IL LUCRO IN TASCA ALLE ONLUS… OPS… IMPRESE SOCIALI…


IL LUCRO IN TASCA ALLE ONLUS…
OPS… IMPRESE SOCIALI…

LA LEGGE DELEGA di iniziativa governativa
che riforma il terzo settore,
PORTA IL LUCRO IN TASCA ALLE… ONLUS…
Organizzazioni Non Lucrative di Utilità Sociali… OPS…
IMPRESE SOCIALI… ora si chiameranno così.

“ORA SI POTRÀ FARE IMPRESA SOCIALE” dice L’Unità.
In un’intervista rilasciata a L’Unità,
Riccardo Bonacina, direttore del magazine Vita, anch’egli
coinvolto nella formulazione del testo di riforma,
dice che da domani “un soggetto no profit può fare impresa con
l’ente pubblico e l’investimento privato”.
Si passa a “una vera e propria coproduzione” per affrontare per
esempio “la gestione dei beni comuni come l’acqua, i trasporti,
i beni culturali.”
“Sì, questo obiettivo è stato raggiunto”.
Sarà prevista “la logica dell’investimento”.

RISORSE A DISPOSIZIONE:
900 milioni € di cui
– 500 milioni € previsti nella legge Finanziaria
per stabilizzare il 5 per 1000
– 190 milioni € per l’applicazione della delega
– 200 milioni € per un Fondo rotativo di garanzia
per gli investimenti delle cooperative e
delle imprese sociali
– 20 milioni € per progetti di associazioni di
volontariato e promozione sociale.

CERTAMENTE SAREBBE STATO PIÙ GIUSTO E UTILE
DESTINARE TUTTI QUESTI SOLDI DIRETTAMENTE
A COLORO CHE NON HANNO NIENTE,
UN REDDITO MINIMO GARANTITO
FINALMENTE!

MA NO..
come e anche peggio che in passato quando se non altro nella
legge permaneva il divieto di lucro,
INVECE SI PREFERISCE guadagnare sulle persone più indifese
e in difficoltà.

LO STATO FAREBBE BENE A DESTINARE I SOLDI
PUBBLICI DISPONIBILI AI DIRETTI BENEFICIARI
evitando dispersione di risorse…

I SOLDI PUBBLICI SI ASSEGNANO SEMPRE…

I veri beneficiari li hanno mai visti?!

I RISULTATI SI VEDONO?!

IL NON PROFIT (ADESSO)
DIVENTA PROFIT… PER LEGGE.

Laura Guarino