IL CALCIO È UN GIOCO DA BAMBINI…


IL CALCIO È UN GIOCO DA BAMBINI…

Siete ancora bambini?
Sii, tutti quanti…
Non pensate che i bambini leggano i giornali sportivi?!
Vi sbagliate…
E si sbagliava anche lo steward di terra che in un giorno di giugno
del 1984 mentre faceva il suo lavoro all’aeroporto di Fiumicino a
Roma, era con me che avevo 13 anni e viaggiavo da sola, venivo da
Venezia e aspettavo la coincidenza per Catania che era in enorme
ritardo…
Durante le 4 ore di attesa nel divanetto di una saletta riservata
dell’aeroporto, ho letto la mia copia della Gazzetta dello Sport da
cima a fondo… e quando ho chiuso il giornale,
lo steward mi ha detto: “MA SIAMO SICURI CHE HAI 13 ANNI..?!”
“CERTOO, SII”, ho risposto io…
e sono finalmente partita per Catania, accompagnata dall’hostess di
volo naturalmente…
Ero una tifosa sfegatata della Juventus, del Catania e dell’Italia…
naturalmente…
MA… NON È COLPA MIA… SE LA JUVE VINCE SEMPRE…

Qualche anno prima avevo cofondato e codiretto un giornalino di
calcio e tifo juventino che spedivamo a bambini di tutta l’Italia
e sulla busta scrivevamo: corri postino… e sii juventino!

Ero anche una ginnasta di ginnastica ritmica, facevo gare e
allenamenti collegiali e quando nel 1982 la Juve venne a Catania a
giocare una partita di Coppa Italia, io avevo un allenamento
collegiale regionale, chiesi alla mia allenatrice il permesso di
andare alla partita.. mi disse di no… aveva ragione lei…
Sono cresciuta troppo presto?
No, l’estate del 1984 sarebbe stata l’ultima estate a Catania per un
tempo lunghissimo e anche l’ultima.. per i giornali sportivi…

I GIOCATORI DI CALCIO
GUADAGNANO DAVVERO TROPPI SOLDI…

IL CALCIO È L’OPPIO DEI POPOLI…
e serve a tutti i governi per addormentare e anestetizzare i popoli…
Pensateci, riflettete e non tifate più gente,
pensateci, riflettete e non tifate più…
è UN’OCCASIONE IN PIÙ…

Laura Guarino